Uomini e cani. Rosa Marrapodi

Ven, 19/07/2013 - 15:59

Conosco la prof. ssa Rosa Marapodi da molti anni.  Sta dall’altra parte della barricata, che non è stata la mia barricata. Ma questo non mi ha mai impedito d’apprezzarla   e  d’apprezzare  il suo impegno politico, che qualifica un profilo di intellettuale, non rinserrato  tra i topi di biblioteca. Una donna buona, onesta. Con il difetto- a quanto pare- della schiena diritta.  Qualche mascalzone ha pensato di  piegargliela, addirittura di spezzargliela, uccidendole il piccolo  cane. In dispregio e al di fuori della cultura della civiltà contadina che né cani né gatti vuole ammazzati. I nostri paesi, purtroppo, si sono imbarbariti. Può essere una spiegazione dell’atto compiuto. Che lascia muti e attoniti noi che abbiamo combattuto per una Calabria civile. Comunque, coraggio. Come è uno, non sono tutti a Bruzzano.

Autore: 
Pasquino Crupi
Rubrica: 

Notizie correlate